lunedì 12 agosto 2013

martedì 6 agosto 2013

sabato 8 giugno 2013

martedì 19 marzo 2013

Club Penguin

Avendo sotto i "ferri" il numero 19 credo che ormai sia il momento di poterne quanto meno parlare... Club Penguin è un browser game ideato per i più piccoli, che ha per protagonisti dei simpatici pinguini. I giocatori hanno la possibilità di creare il proprio pinguino personalizzato da usare come avatar e possono girare ed esplorare le varie aree, conoscendo nuovi utenti e giocando a diversi mini giochi. Ovviamente la Disney Interactive ha fatto in modo che vi siano diversi livelli di protezione integrati, per aiutare i genitori a educare i piccoli al gioco in rete, ma senza rischi... Insieme ad uno staff consolidato di inchiostratori e coloristi mi è stato affidato il compito di curare le matite del fumetto nell' omonima rivista dedicata al gioco. Sono molto fiero di questa collaborazione che va avanti già dal primo numero ed essendo ormai passato più di un anno vuoi o non vuoi li sto cominciando ad amare...

sabato 16 marzo 2013

Alle volte ritornano!

Me l'anno chiesto in tanti... Ma perchè non continui con quelle illustrazioni del mini Guybrush e ci fai una storia?.. Come ben sapete ultimamente essendo impegnato con Disney ho dovuto mettere un po' da parte la mia vena autoriale per dedicarmi a prodotti dove si richiede più omologazione.
Vivo a Milano da un mese ormai, e mi sto rendendo conto che in realtà di tempo ne ho tantissimo per continuare a dedicarmi a vari progetti anzichè stare tutto il giorno a cazzeggiare in giro. In altre parole posso dire che sto mettendo da parte un po' l'amarezza accumulata negli ultimi anni per le varie delusioni e mi sto rimboccando nuovamente le mani.

venerdì 8 marzo 2013

domenica 10 febbraio 2013

Invasioni

Lo so sono un lurido, non aggiorno il blog per pura pigrizia o forse perchè ahimè lo considero una vecchia vetrina di un paesino di periferia che ormai nessuno va a più a visitare dopo la migrazione nella metropoli Facebokkiana. Ma nonostante tutto è sempre stata questa la mia storica "bottega" dove ho conosciuto e imparato da gente meravigliosa e sarei un ingrato se la lasciassi morire nell'indifferenza.
Senza troppi indugi annuncio che  l'illustrazione che vi presento è solo una delle tre che comparirà nel primo numero della nuova rivista "Black Dodo", il tema che accomunerà tutti i suoi illustratori sarà il tema delle "Invasioni" . Se volete saperne di più riguardo la genesi di questo nuovo progetto e volete leggere online il fatidico numero Zero, c'è un articolo molto interessante su Priski che vi deluciderà per bene sulla faccenda....

mercoledì 31 ottobre 2012

Disney docet...

Visto che tecnicamente lavoro in Disney ogni tanto mi viene voglia di disegnare qualche papero.. Non preoccupatevi non appesterò le pagine di Topolino con la mia disgustosa presenza poichè  non sto lavorando a questo.. Tramite il mio agente mi sono state affidate le matite di una serie a fumetti che esce su una rivista mensile . Il fumetto in questione è basato su un noto videogame per bambini chiamato "Club Penguin" che nonostante l'apparente semplicità del disegno è per me un ottima "palestra" per imparare nuove tecniche grazie anche ai preziosi consigli  del maestro Santillo che con pasienza mi segue in ogni consegna. All'inizio è stata un po' dura, per via dello stile diverso e l'approccio ad un modo tutto nuovo di lavorare, ma ne sta valendo abbondantemente la pena. Mi spiace non potervi mostrare delle tavole ma visto che sono arrivato al tredicesimo numero credo che i tempi siano maturi per chiedere il "permesso" per un prossimo post.
Nel frattempo visto che siamo in tema vi lascio con questa meravigliosa cover musicale.



martedì 25 settembre 2012

Mari e Priski !

Come già dicevo qualche tempo fa esiste un posto nella rete dove si parla di tantissime cose interessanti è un posto dove anche voi se volete potete dire la vostra,(figuratevi che posso dire anche la mia ogni tanto),dovete solo acarezzare questo cagnolino qui ...

mercoledì 5 settembre 2012

Tutti all'attacco!!!

No... non è un disegno realizzato per la Disney, anche se i suoi influssi dopo mesi di lavoro si fanno sentire  non è questo a cui sto lavorando momentaneamente... Come al solito mi farebbe piacere dedicarmi a personaggi di questo tipo, ma ahimè momentaneamente sembra che a nessuno interessa questo stile di disegno,nel frattempo,giusto per non perdersi d'animo continuerò a fare pratica e ad esercitarmi :)

lunedì 23 luglio 2012

martedì 26 giugno 2012

Corri a casa Priski!!!



Comincia la folle corsa di Priski, che non è solo un semplice meticcio a fumetti, Priski è la cagna randagia che c’è in tutti noi, è l’sguardo indiscreto – ma invisibile – che ci osserva e non ci giudica, è un ibrido di cane che vive il suo stato precario con spirito d’iniziativa, che si ingegna a trovare il necessario per vivere. Priski è amica di tutti e nemica della normalità, è un essere libero che vaga per le nostre città e chiede solo di essere nutrito. Raccontandole una storia, offrendole un tozzo di pane. Priski è un’impavida eroina dei nostri tempi postmoderni, una bohémiennedell’era di internet, lontana da ogni logica, ma estremamente razionale. È curiosa, mai indifferente.Per saperne di più collegatevi al sito    http://www.priski.it/ 






giovedì 26 aprile 2012

Cinemostri (Parte uno)

Questa è la prima di due illustrazioni che ho realizzato circa otto mesi fa per un provino. .. Ho aspettato e chiesto informazioni riguardo l’esito , ma non ho ricevuto nessuna risposta … . Sicuramente nei vari link dei miei “blog e siti amici” troverete post riguardanti questa tematica, nella speranza che qualcuno di loro ce l’abbia fatta intanto ho deciso di mostrarvi in parte la mia performance prima che col passare del tempo i disegni risultino troppo “stagionati”. In seguito posterò anche il resto, nel frattempo critiche e suggerimenti sono ben graditi..

domenica 15 aprile 2012

Last Tales of Monkey Island Capitolo II

Anche se in un seguito non ufficiale, le avventure di Guybrush Treepwhood si evolvono prendendo pieghe sempre più inaspettate! Infatti, già da qualche settimana è iniziato il secondo capitolo di Last Tales of Monkey Island dove Danilo LaPegna continua a narrare le peripezie del nostro sempre più amato temibile pirata mettendolo faccia a faccia a leggende piratesche tali da far tremare ancora i Caraibi. Non perdetevi quindi questa nuova avventura: “Due grog a Mezzanotte” . Oltre alle cover (Danilo ancora non lo sa) a breve fornirò anche degli schizzi preparatori che ho realizzato e realizzerò per quanto riguarda i personaggi che man mano compaiono nella storia. Auguro a tutti voi una buona lettura, ci si vede al prossimo aggiornamento ciao!

martedì 28 febbraio 2012

Facendo finta di essere un artista...


Come già detto su facebook, inizialmente avevo scritto una sorta di spiegazione per quanto riguarda questa illustrazione ma poi ho pensato che sarebbe stato più divertente vedere che significato potete trovarci voi. Il disegno è stato realizzato per un un contest che scade domani (quindi se qualcuno è interessato è ancora in tempo), l'obiettivo del contest è disegnare un' immagine profilo per la fan page di Monkey Island su facebook, le immagini più belle saranno usate per un periodo come immagine di profilo della nostra fan page, e saranno premiate con un'avventura grafica originale.Scusatemi se questa volta sembra che me la stia tirando un po' troppo per un semplice disegnino, io solitamente non ho la presunzione di definirmi “artista”, poiché gli artisti veri mettono i propri sentimenti nelle loro opere o lanciano dei messaggi mentre io al contrario sono solo un comunicatore o un semplice intrattenitore se preferite. Ma in questa occasione devo ammettere che garzie alla “libertà” concessami dopo tanto tempo,mi sono fatto un po’ “trasportare”.

venerdì 27 gennaio 2012

Last Tales of Monkey Island

Come preannunciato i miei aggiornamenti diventeranno più regolari... Spero di fare come agli inizi, ovvero postare una volta a settimana, ovviamente sempre se ci sarà qualcosa che vale la pena di mostrare o dire..



Questa volta vi aggiorno dicendo che da più di un mese è uscito il primo capitolo formato da quattro parti della fanfiction "Last Tales of Monkey Island", un romanzo scritto da Danilo Lapegna, fan di Monkey Island, che con me e altri membri del forum di Monkey Island ha a suo tempo realizzato miriadi di fan game, tra cui l'ambizioso progetto (andato poi a puttane)"Darkness of Monkey Island" (pensato inizialmente come seguito ufficiale). Nonostante a sorpresa la Tell Tale abbia riasciato dopo nove anni un nuovo capitolo nel 2009, i tempi fanno presuppore che come allora sicuramente avremo molto da aspettare prima di vedere un ipotetico sequel ufficiale della saga, e, già stanchi di attendere, si è cominciato a fantasticare sui mille punti in sospeso lasciati nel finale di Tales of Monkey Island. Questa volta però, essendo diventati più grandi, anziché immergersi in un progetto enorme e ingestibile, Danilo ha preferito continuare le avventure di Guybrush e i suoi amici non realizzando un nuovo video game, ma un romanzo a puntate che già da questo primo capitolo riprende in pieno lo spirito della saga. Quella che posto è la prima copertina (l'intero capitolo si trova online
su questa pagina ) a breve seguiranno anche gli altri quattro con nuove copertine sempre realizzate da me e che vi mostrerò man mano. Oltre alle mie copertine troverete all'interno le illustrazioni di altri membri del forum tutti molto bravi, inoltre non meravigliaevi se fra i collaboratori troverete anche il nome di Dave Grossman ^_^

Prima di lasciarvi alla lettura vi porgo un quesito: secondo voi quale tecnica è stato realizzato questo disegno?

venerdì 20 gennaio 2012

Cosa tenere e cosa buttare del 2011?


Di solito per l’anno nuovo tutti fanno dei buoni propositi del cazzo che poi nella maggior parte dei casi non si rispettano mai. Adesso mi prenderete per pazzo ma anche se sembra una cosa cretina da dire, io non li faccio perché non credo nel tempo! Non fraintendetemi so che tutto intorno a noi cambia e anche noi cambiamo interiormente tramite l’esperienza, ma io credo che il tempo sia solo un’invenzione dell’uomo troppo orgoglioso per capire che tutto ciò che ci circonda gira in un moto perpetuo che crea da ciò che distrugge e viceversa. (Proprio adesso mi sta venendo in mente la carta tarocchi della “morte”che non a caso vuol dire semplicemente “cambiamento”).
Seghe mentali, nulla di più, tutto ciò era per dire a voi lettori che sono consapevole che quest’anno ho postato molto di meno e messo qualche disegnino così a casaccio, ma ritengo inutile adesso dire “oooh povero blog nel 2011 ti ho trascurato, ma da adesso ti aggiornerò più spesso”… Lo ammetto, ultimamente ho aggiornato di meno questo spazio, e vuoi perché non ho messo nulla di interessante, vuoi perché sono stato poco frequente,il blog è meno vivo rispetto a prima, anche perché essendoci facebook spesso se ho da dire una minchiata la dico lì. Di conseguenza questo spazio è rimasto scarno di notizie non perché non avessi nulla da mostrare nè tanto meno perché avevo poca voglia di farlo, ma al contrario ho avuto spesso voglia di scrivere: “..sto facendo questo provino per..” sto facendo quest’altro per..” Ma ho ricevuto troppe porte in faccia e troppe delusioni ultimamente e quindi anche prevedendo delle “sconfitte” ho preferito evitare certe anticipazioni. Ho continuato a disegnare solo perché non volevo perdere la “mano” qualora ci fosse stato un colpo di fortuna o semplicemente un motivo per continuare.Il motivo c’è stato si chiama Lamezia Comics, ne parlo oggi a distanza di mesi perché volevo appunto trovare l’occasione giusta per dire come personalmente questa esperienza mi abbia “ricaricato”. Molti miei colleghi disegnatori diranno che è normale dopo una fiera di fumetti tornare contenti,ma a differenza di Lucca,Napoli, ecc… Lamezia ha una marcia in più! Perché a differenza di tutte le altre, lì non troverete stand ENORMI stracolmi di fumetti, non troverete miriadi di persone a fare la fila in biglietteria e aree chiuse a pagamento. Al contrario, troverete un gruppo di ragazzi che credono in ciò che fanno e nonostante vari ostruzionismi (non sta a me dire da parte di chi), riescono a organizzare un bellissimo evento senza chiedere un soldo a nessuno. Come dice Angelo Grandinetti, uno degli organizzatori, “non posso far pagare l’entrata ad ragazzo appassionato giochi di ruolo o fumetti che vuole incontrare il suo disegnatore preferito ma non può permettersi dai qui un viaggio a Lucca”.
Prima di andare di persona non credevo ci fosse ancora qualcuno disposto a “sgobbare” tanto senza avere un resoconto personale, ma una volta lì ho dovuto ricredermi, perché ho visto gente che per semplice passione si faceva un “mazzo” improvvisandosi addetto alle luci/al suono, falegname, cinematografo e chi più ne ha più ne metta …
Se poco fa citando le parole di Angelo ho parlato di disegnatori e di giochi di ruolo non è stato un caso: la fiera infatti, anche se piccola e meno “pomposa” rispetto a molte altre, ogni anno ospita in una mostra completamente gratuita con i rispettivi disegnatori (ovviamente importanti non merdacce come me) che oltre ad esporre le proprie tavole sono a completa disposizione del pubblico. Inoltre i "fumettari" in questione hanno anche il vantaggio di potersi promuovere e vendere i propri albi, USUFRUENDO DI UNO SPAZIO COMPLETAMENTE GRATUITO!!! Prerogativa non solo per i fumettisti ma anche per qualsiasi editore o standista disposto a partecipare. Non mancano infatti per gli appassionati del disegno i padiglioni delle scuole di comics e gli stand di action figures, comics , video game e vari accessori. Non sono mancate neanche le sfilate cosplayer, le serate musicali a tema, i giochi di ruolo e le proiezioni di film di animazione in una sala adibita a cinema. In altre parole c’era tutto ciò che si cerca in una manifestazione del genere, l’unico neo è stato chi “ha fatto ostruzionismo ” e l’ha fatta slittare a settembre anzichè durante la festa del santo patrono... Se fosse stata in quel periodo,forse la maggior parte dei “visitatori” sarebbe stata meno vincolata dalla scuola o dal lavoro e soprattutto, anche se i ragazzi non avessero guadagnato comunque un soldo, “chi fa ostruzionismo” avrebbe tratto dei benefici col turismo, perché sicuramente molta più gente dei paesi vicini avrebbe avuto un motivo in più per visitare la città in quel periodo. Per chi come me vive al sud sa che qui in meridione queste cose vengono viste come “minchiate” e non c’è rispetto o voglia di promuovere un qualcosa che in quanto “minchiata” però potrebbe interessare una gran fetta di popolazione.
Alla luce di ciò, vedere questi ragazzi che nonostante i mille ostacoli non si sono mai dati per vinti e hanno fatto bene quello che dovevano fare senza scoraggiarsi pur dovendo montare palchi sotto il sole, ho ritrovato la forza e la fiducia che stavo perdendo, non solo perchè mi hanno affidato l’onore della locandina, (onore tralaltro cedutomi dal mio amico Lelio Bonnaccorso senza il quale non avrei conosciuto questa gente meravigliosa) ma appunto per la lezione di vita che mi hanno lasciato. Non nascondo che ultimamente volevo mollare tutto, perché dopo essere stato ignorato più volte dagli editori, subito il “congendo” da Lupo Alberto che al momento può pubblicare solo storie a colori edite e dopo essere andato alle fiere sempre come “spettatore” pagandomi TUTTO nella speranza di trovare qualcuno disposto a credere in me e nella speranza di farmi conoscere, volevo mandare un po’ tutto a fan culo e dedicarmi ad altro.Il problema è che prima di questa fiera a parte Torino Comics dove ho avuto modo di conoscere Vittorio Pavesio (altra persona in gamba), per la prima volta mi sono sentito “voluto” in una fiera e accettato più come amico che come semplice autore. Credo che sostanzialmente sia questo il bello che spinge anche gli altri disegnatori a lasciare per qualche giorno i propri impegni e partecipare a questo bell’evento e a ripagarci non è stato solo lo stupendo soggiorno offerto dagli organizzatori in un bellissimo agriturismo…
Personalmente a ripagarmi è stata l’ospitalità e la lezione di vita che mi hanno lasciato questi ragazzi, non solo a me ma anche alla mia ragazza che è venuta con me nonostante i fumetti non sono la cosa che ama di più. Il bello di Lamezia comics è infatti questo, clima di festa che ti diverte anche se non te ne frega nulla dei fumetti, festa in “famiglia”, tra “amici” e aperta a tutti, organizzata per il piacere di avere gente con cui condividere questo momento di gioia.
Sono tornato più felice e forse è anche per questo che sono riuscito a trovare la forza di prendere il “toro per le corna”, e mi sono subito cimentato con un agente ad affrontare dei provini per la Disney.
Anche se all’inizio ho avuto qualche problema perché ho dovuto radicalmente annullare il mio stile, sono riuscito a superarne uno ottenendo l’incarico di disegnatore per un fumetto seriale. All’inizio era un po’ strano e come dicevo all’inizio del post questo cambiamento radicale è stato per me un po’ una “morte” (in senso buono) di cui avevo paura, non nascondo infatti che a volte invidio un po’ chi continua a lavorare rimanendo fedele allo stile su cui ha lavorato per anni. Sono comune felice perché cavolo è Disney! E finalmente dopo qualche lavoretto da ghost come colorista finalmente ho la possibilità di mettermi in gioco col disegno di nuovo, anche perché quando poi ritorno sui miei passi mi rendo conto che tramite quel modo diverso di lavorare ho “assimilato” nuove tecniche che prima non mi sarei mai sognato.Non posso ancora dirvi nulla perché ho appena cominciato e consegnato solo due storie,ma vi assicuro che è esattamente l’opposto di ciò che avete visto finora,posso dirvi però che ho anche avuto modo di lavorare per un privato che si occupa di tv e di recente mi hanno anche contattato per un colloquio per lavorare in una casa di videogame a Milano.
Ancora non so se tutte queste cose andranno a buon fine o finirà tutto in una bolla si sapone, fatto sta che per evitare la solita anticipazione per paura che la cosa non vada poi in porto e spiegarne le cause mi ritrovo adesso con tanta roba datata 2011 che nessuno ha mai visto e che al momento non serve a nulla. D’ora in poi prenderò tutto con più filosofia,e viso che non sono una persona scaramantica accennerò quello che posso come ho fatto adesso. Vi mostrerò le varie cose che sono magari finite nel “cestino” del 2011, magari qualcuna di queste verrà accettata e vi parlerò anche di nuovi progetti amatoriali in cui sono stato coinvolto. Scusate il mega post enorme ma ci voleva dopo questo periodo di silenzio, spero di non avervi annoiato, se qualcuno vuole qualche notizia in più riguardo tutto ciò che si è detto sono a vostra completa disposizione. Ora devo andare, dovevo essere fuori per le quattro ma siccome non credo nel tempo me ne frego se sono le dodici e mezza.

sabato 31 dicembre 2011

Buon 1874


Quest'anno gli auguri ve li faccio con un pochino di ritardo, sperando sempre che a visitare il mio blog sia rimasto qualcuno... Sono felice di avercela fatta a finire entro quest'anno, ho avuto vari impegni di lavoro e consegne imminenti che mi hanno fatto rimandare volta per volta la realizzazione di questo disegnaccio. Per quei pochi che sono rimasti a sbirciare il mio blog nonostante la venuta di facebook e i miei aggiornamenti ermetici, mando un grosso abbraccio e un felice anno nuovo con conseguente proseguimento di feste..
Ciao ciao..

martedì 22 novembre 2011

sabato 29 ottobre 2011

Cover alternativa di Monkey Island edizione speciale...


Copertina realizzata in occasione del concorso istituito da Game Stop Italia..

domenica 25 settembre 2011

Omaggio a Peppino Impastato

Appena tornato da Lamezia Comics di cui vi parlerò a breve,il buon Lelio Bonaccorso, con cui tral'altro ho condiviso quei piacevoli giorni, propose a me e ad altri 46 disegnatori un' interessante iniziativa per non dimenticare la morte di Peppino Impastato.
Il casolare dove venne ucciso è stato trasformato in una vera e propria discarica, nel tentativo di infangare e cancellare dalla memoria uno degli atti piu vergognosi della storia della mafia.
In risposta a questo, Lelio ha proposto a disegnatori di tutt' Italia di realizzare un disegno su Peppino, per dimostrare che sono le immagini dentro di noi a mantenere viva la memoria, e questi disegni sono i simboli che stanno qui a manifestarlo.
Qui potete leggere l'articolo della versione cartacea:

E' stato un vero onore per me poter realizzare questo disegno, anche se l'ho dovuto ideare e mettere su carta praticamente in una notte (ovviamente nelle mattinate ho avuto la malsana idea anche di phoshopparlo in fretta e furia), il risultato è statoun po' frettoloso magari, ma l'ho fatto con vero piacere... Oltre al mio contributo potete trovare l'articolo online e tutta la gallery di tributi a Peppino su "La Repubblica PALERMO.it".

martedì 6 settembre 2011

Lamezia Comics

Ultimamente sono stato molto silenzioso, limitandomi a postare solo qualche disegno a casaccio che faccio appositamente per aggiornare il blog .. Che posso dirvi?.. Le cose non vanno ne bene ne male, mi sto buttando a fare dei provini, ma al momento non sto effettivamente lavorando a nulla (o quanto meno a nulla di retribuito). Questa estate non sono andato in vacanza appunto per mancanza di denaro, mi sono comunque divertito qui da me nel mio paesino di Heidi dove oltre a passare delle belle serate abbiamo organizzato una mostra dedicata alla sinestesia. Fortunatamente però grazie al mio amico Lelio Bonaccorso (autore di vari fumetti tra cui Peppino Impastato edito da Becco Giallo), ho conosciuto Angelo Grandinetti che mi ha chiesto di realizzare questa locandina in occasione del terzo appuntamento con Lamezia Comics. Oltre ad avermi dato questa opportunità, lo ringrazio per avermi voluto come ospite per la fiera, infatti sarò vostra completa disposizione per tutti e quattro i giorni dell’evento. Se su face book andate a leggere la scaletta vedrete che ne vale davvero la pena inoltre L'INGRESSO E' COMPLETAMENTE GRATUITO, quindi se vi trovate nelle vicinanze e dopo Cospledya ed Etnacomics volete far si che questi eventi siano promossi anche qui al sud non fatevi scappare questa occasione!!!

giovedì 1 settembre 2011

giovedì 4 agosto 2011